Home Champions League Champions League 2015/2016 Bayer Leverkusen – Roma 4-4: inferno e paradiso alla BayArena

Bayer Leverkusen – Roma 4-4: inferno e paradiso alla BayArena

7 min read
0
0
225
daniele de rossi bayer leverkusen roma

Se questa partita fosse un film, faremmo fatica a sceglierne la categoria. Un film senza copione: Bayer Leverkusen – Roma potrebbe essere stato un thriller d’azione e avventura, con risvolti horror che finisce in tragedia (per i giallorossi) ed in commedia per i tedeschi.
Si comincia subito con un colpo di testa fortunoso di Hernandez che termina alto di un soffio. Ma l’inizio del thriller arriva al 3′ con l’assegnazione di un calcio di rigore per il Bayer per fallo di mano di Torosidis, inizialmente non sanzionato dal direttore di gara che lo assegna su segnalazione dell’assistente. Dal dischetto Hernandez non sbaglia e firma l’1-0 che apre l’incontro. La Roma prova a tirarsi su e Pjanic impegna Leno ma la conclusione è centrale. Si passa all’horror: Rudiger non sale per il fuorigioco ed Hernandez va praticamente solo davanti a Szczesny che prima ipnotizza la conclusione ma il pallone torna incredibilmente sui piedi del messicano che firma il 2-0.
Il doppio vantaggio fa pensare all’ennesima sciagurata avventura europea della Roma ed invece si riapre il thriller. La Roma forza il pressing e si scuote clamorosamente e riapre il match con De Rossi che la butta dentro su una confusa azione d’attacco. Il cambio di ritmo è incredibile e la Roma rischia ancora con Hernandez che di testa in tuffo la manda alta. Al 34′ episodio che potrebbe cambiare il match: Gervinho lanciato in area, l’ivoriano sbaglia il primo stop ma viene steso da Papadopoulos. Sarebbe rosso e punizione dal limite, ma misteriosamente l’arbitro non fischia. De Rossi verrà anche ammonito per proteste. Al 37′ la Roma trova il pari: punizione dal vertice dell’area, Pjanic la mette al centro per De Rossi che col ginocchio la mette alle spalle di Leno. Pareggio decisamente meritato per la Roma. Si va negli spogliatoi in parità.

Nella ripresa ancora Pjanic e De Rossi mettono paura e Donati, per anticipare il numero 16, rischia l’autogol. Gervinho, scatenato, si crea un’occasione pazzesca: prima salta 3 avversari in velocità poi tenta un tocco con la punta su cui Leno deve solo stare fermo e devia in corner. Al 54′ va in scena l’ennesima meraviglia di Pjanic: punizione dal limite, parabola praticamente perfetta su cui Leno non può far niente e la Roma passa sul 2-3. Cominciano i cambi da entrambe le parti: entrano MehmediIago Falque. Al 71′ Roma vicinissima al poker: Florenzi si invola sulla sinistra e, una volta in area, calcia forte su Leno, il pallone cade a centro area ma Iago Falque schiaccia di testa sulla traversa.
Il gol è rimandato di soli 2′: Gervinho serve Iago Falque a centro area che supera Leno per il 2-4. La tragedia è servita: solo sorrisi in casa Roma che vede il paradiso dopo dei minuti di autentico inferno.
Ma dal nulla esce fuori un gol all’84’: il jolly lo pesca Kampl, uno di quei giocatori che non segna praticamente mai. Né con il piede naturale (il destro), tantomeno con il sinistro: stavolta la conclusione è quelle da cineteca. Un tiro a giro che si infila sotto l’incrocio opposto. Passa a malapena 1′ e la tragedia diventa commedia con il Bayer Leverkusen che trova il pareggio con Mehmedi che viene inspiegabilmente lasciato solo in area tra gli sguardi increduli di tutti i tifosi giallorossi. Si prova l’ultimo assalto ma la palla del match è per Hernandez: il cuore dei giallorossi si ferma per qualche istante ma il tiro va sul fondo di pochissimo.
Cala il sipario e iniziano i titoli di coda: finisce 4-4 alla BayArena e la qualificazione resta ancora una chimera.

Load More Related Articles
Load More By Il Sommergibilista
Load More In Champions League 2015/2016

Rispondi

Check Also

Roma – Lazio 2-1: il derby è nostro!

ROMA – LAZIO | La Roma si prende il primo derby della stagione e si accosta sempre d…