Home News Altre notizie Digne: Vorrei restare ma non dipende da me

Digne: Vorrei restare ma non dipende da me

4 minuti di lettura
0
0
285
lucas digne

Lucas Digne è stato intervistato questa mattina da Radio Radio. Ecco le sue parole all’emittente radiofonica.

Come stai?
“Bene”.

Tutti pensano che sei stanco perché hai giocato molte partite.
“Più gioco e più mi sento bene”.

Roma?
“Mi piace tanto è una bella città, ho visto Fontana di Trevi, San Pietro, faccio molte passeggiate”.

Differenze tra Garcia e Spalletti?
“Sono due allenatori differenti. Due grandi allenatori e hanno metodi differenti di lavoro”

Richieste individuali di Spalletti?
“Per il momento non abbiamo avuto troppo tempo, lo avremo questa settimana”

Differenze tra campionato francese e italiano?
“Il campionato italiano è più tattico e più duro dal punto di vista fisico”.

Hai la faccia da bravo ma ti fai rispettare in campo:
“Per un difensore questo èimportante. Penso di essere un brav’uomo”.

Cosa bisogna aspettarsi contro la Juventus?
“Noi lavoriamo duro, bene ed è importante di vincere il prima possibile”.

Vi ponete gli stessi obiettivi di inizio stagione?
“Dobbiamo cercare di riprendere a fare quello che volevamo a inizio stagione. C’è stato un momento in cui le cose non sono andate bene, ora dobbiamo rimetterci sotto e dare continuità ai risultati”.

Situazione contrattuale?
“Si mi piacerebbe rimanere a Roma. Un grande club, una grande città e penso di essere molto contento di giocare con la Roma. Non dipende da me, ma avrei molto piacere di rimanere qui”.

Con chi hai legato di più dei tuoi compagni?
“Siamo una famiglia: Nainggolan, Vainqueur, Iago Falque. Quando sono arrivato a Roma, Radja mi ha detto vieni con me, perché anche lui parlava francese e mi ha insegnato anche un po’ di italiano”.

Hai problemi con i campi di gioco italiani?
“No”.

L’avversaria più difficile che hai affrontato?
“La Fiorentina, in particolare Błaszczykowski”.

Il Sommergibilista

Il Sommergibilista

Grafico, webmaster, chitarrista ed ex 'giostraro' con la Roma nel cervello. Uno strano interesse per i sommergibili tanto da essere etichettato "Il sommergibilista" dopo i numerosi messaggi mattutini inviati a Roma Radio.

Carica altri articoli correlati
Carica altri da Il Sommergibilista
Carica altri in Altre notizie

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Vedi anche

Accordo trovato per lo scambio Skorupski – Mirante

In attesa di capire il futuro di Alisson, la Roma lavora sul secondo portiere. Secondo qua…