ASROMA.IT – Le dichiarazioni del tecnico giallorosso Rudi Garcia al termine dell’ultima gara di campionato al Marassi di Genova: “Non sono dispiaciuto per il risultato di oggi: era l’occasione di vedere i giovani in campo per avere un aiuto nel valutare la rosa che dovremo costruire in vista del prossimo anno. Abbiamo regalato un gol al Genoa, altrimenti la gara sarebbe finita 0-0. Abbiamo sbagliato qualcosa sotto porta durante la gara. Sicuramente abbiamo fatto meglio nel primo tempo, mentre nella ripresa non abbiamo più giocato. Oggi, ripeto, ci sono state indicazioni importanti per società e allenatore in vista della prossima stagione. La prova di Jedvaj e Ricci? Oggi si è visto che la strada anche per loro è ancora lunga e che devono lavorare ancora tanto. Anche Mazzitelli ha giocato più di mezzora. Per loro è stata una esperienza buona, che gli servirà. Per me il talento non aspetta l’età del giocatore. Ad inizio stagione abbiamo fatto scelte anche su giovani poco conosciuti che hanno dimostrato di essere all’altezza di una squadra che ha fatto 85 punti disputando un bel campionato.  I 102 punti della Juve? Dimostrano che quello che si è concluso oggi è stato un campionato unico, che non si vedrà così spesso in futuro. L’anno prossimo sarà altra stagione. Qui in Italia è diverso dai tornei che abbiamo in Spagna e in Germania. Lì dopo le poche grandi squadre ci sono pochi club che possono lottare per il titolo e per i primi posti: qui in Italia invece è diverso. A parte la Juve e noi, ci sono spesso anche il Napoli e poi l’Inter, il Milan e la Fiorentina. Noi siamo concentrati sul futuro. Come anche detto dalla società, noi vogliamo avere una rosa competitiva il prossimo anno. Analizzeremo la situazione: il prossimo anno avremo bisogno di più quantità e qualità, perché faremo sia campionato che Champions League.

Totti non convocato al Mondiale? Io non sono il CT dell’Italia, io ho solo una mia idea personale. Francesco è un grande campione ma non resta che rispettare la scelta di Prandelli.

Benatia? La mia idea è che i migliori giocatori devono rimanere qui e la società, come ha dimostrato con il rinnovo a Pjanic, ha dato prova di pensarla come me.

Il mio contratto? Come ho già detto più volte, io sarò l’allenatore della Roma anche il prossimo anno.”

LEGGI SUL SITO

Load More Related Articles
Load More By Gianluca "Il sommergibilista" De Bianchi
Load More In Rassegna stampa

Rispondi

Check Also

Roma su Pellegri: si tenta la chiusura in settimana

Sembra tramontata l’ipotesti Favilli per l’attacco giallorosso, così la Roma v…