Home Staff Spalletti Luciano

Allenatore Spalletti Luciano

9 min read
Commenti disabilitati su Allenatore Spalletti Luciano
0
91
luciano spalletti

luciano spalletti

Nazionalità
ita Italia
Squadra corrente
Roma
Luciano Spalletti nasce a Certaldo il 7 marzo 1959. Intraprende la carriera da calciatore giocando nelle serie minori fino ad arrivare alla Serie C con la maglia dell’Empoli dove chiuderà la carriera all’età di 34 anni. Nel 1994 inizia l’avventura da allenatore proprio con l’Empoli in Serie C1, subentrando a Ettore Donati a 6 giornate dalla fine. Chiuderà al penultimo posto ma si salvano ai play-out contro l’Alessandria.
Nel 1994/1995 si ritrova in squadra Vincenzo Montella, con il quale aveva giocato nell’ultimo anno di carriera e che ritroverà in altre 2 esperienze da allenatore. Sulla panchina dell’Empoli vince la Coppa Italia di Serie C. Porterà i toscani ad un doppio salto di categoria prima in Serie B e poi in Serie A, salvandosi con una giornata di anticipo nella stagione 1997/1998.

Si susseguiranno altre esperienze piuttosto complicate con Sampdoria, Venezia, Udinese ed Ancona, con risultati altalenanti, esoneri e svariati richiami.

Nel 2001 Spalletti torna all’Udinese per sostituire De Canio, ottenendo la salvezza alla penultima giornata. La stella del tecnico toscano comincia a brillare nella stagione 2002/2003 portando l’Udinese in Coppa Uefa e l’anno successivo conquista il quarto posto e la prima qualificazione storica per il club in Champions League. Nonostante gli ottimi risultati Spalletti decide di abbandonare il club a fine stagione.

Nell’estate del 2005, Spalletti viene ingaggiato dalla Roma. All’inizio non fu proprio amore con la tifoseria giallorossa che non gradiva il nuovo tecnico, visti i risultati precedenti reputati non all’altezza della panchina. Le prime giornate non furono esaltanti: dopo la cessione di Cassano a dicembre ma con il mercato bloccato per il caso Mexesla Roma vince 11 partite consecutive (compreso il derby con la Lazio per 0-2) che fino a quel momento erano il record della Serie A. Chiude la stagione al 5° posto ma dopo Calciopolila Roma viene proiettata al secondo posto ed approda in Champions League.

La stagione 2006/2007 si apre con una sconfitta incredibile in Supercoppa Italiana per 4-3 contro l’Inter ai supplementari, nonostante la Roma fosse in vantaggio per 0-3 nei primi 45 minuti. Per tutta la stagione la Roma dimostra un ottimo calcio ma l’Inter è decisamente più forte: i giallorossi arrivano al 2° posto a -22 dai nerazzurri. In Champions League i giallorossi scrivono una delle pagine più belle della storia del club (la vittoria con il Lione), ma anche una tra le più brutte dopo la sconfitta per 7-1 contro il Manchester United ai quarti di finale.
Una magra consolazione arriva con la vittoria della Coppa Italia contro l’Inter: nel doppio confronto la Roma vince 6-2 all’andata e perde 2-1 al ritorno. E’ il primo trofeo di Spalletti sulla panchina della Roma.

Nel 2007/2008 la Roma alza la Supercoppa Italiana vincendo a San Siro contro l’Inter per 0-1 grazie ad un rigore di De Rossi. In campionato guida la squadra ad un record di 24 vittorie82 punti che valgono ancora il secondo posto a -3 dall’InterSpalletti si prende un’altra rivincita vincendo la Coppa Italia ancora contro l’Inter.

Nel 2008/2009 la Roma fatica ad ingranare e Spalletti la rivoluziona passando dal 4-2-3-1 al rombo 4-1-2-1-2. Con il cambio di modulo la Roma torna a vincere. In campionato raggiunge con difficoltà il 6° posto e la qualificazione ai preliminari di Europa League. In Coppa Italia viene eliminata ai quarti di finale dall’Inter. In Champions League, dopo aver eliminato il Real Madrid con il doppio punteggio di 2-1, si fermerà ai quarti di finale soltanto ai rigori contro l’Arsenal in una partita che resterà nella memoria dei tifosi.

La stagione 2009/2010 dura poche partite: dopo aver superato i preliminari di Europa League contro GenkKosice, la Roma perde le prime due giornate di campionato e Spalletti rassegna le dimissioni. Al suo posto verrà Claudio Ranieri che porterà la Roma ad un soffio dallo scudetto.

Dopo qualche mese di inattività, Spalletti accetta l’offerta dello Zenit San Pietroburgo, firmando un contratto triennale per 4 milioni all’anno. Con i russi vince 2 volte lo scudetto, 1 Supercoppa di Russia e 1 Coppa di Russia. Nel 2014 viene sollevato dall’incarico, nonostante la squadra fosse al 2° posto, dopo che in 11 gare ne aveva vinta solamente 1.

Il 14 gennaio 2016 annuncia il ritorno alla Roma subentrando a Rudi Garcia, firmando un contratto per 18 mesi3 milioni annui. Con lui in panchina la Roma recupera il gap ma chiude terza in classifica.
La stagione 2016/2017 si apre male per la Roma che esce ai preliminari di Champions League, retrocedendo in Europa League. Accreditata come la possibile vincitrice della competizione, i giallorossi escono per mano del Lione agli ottavi di Finale. Stesso discorso per la Coppa Italia: in semifinale i giallorossi escono contro la Lazio. In campionato con la bellezza di 87 punti (record societario) chiude al secondo posto al fotofinish, a 4 punti dalla Juventus.
Il 30 maggio Spalletti e la Roma chiudono i rapporti lavorativi.

Grafico, webmaster, chitarrista ed ex ‘giostraro’ con la Roma nel cervello.
Uno strano interesse per i sommergibili tanto da essere etichettato “Il sommergibilista” dopo i numerosi messaggi mattutini inviati a Roma Radio.

Allenatore Spalletti Luciano">
Load More Related Articles
Load More By Il Sommergibilista
Load More In 
Comments are closed.

Check Also

Atletico Madrid – Roma 2-0: fallito il primo match ball

Ara GuidoBaar JanosBaccani GuidoBarbesino LuigiBurgess Herbert LarryDi Francesco EusebioGa…