Bologna – Roma 1-1: Dzeko risponde a Pulgar

5

BOLOGNA – ROMA | Visto il risultato si può pensare che la Roma avesse la testa verso il prossimo incontro con il Barcellona, ma in realtà quello che si è visto è altro. Nel match delle 12.30 è andato in scena un monologo giallorosso che però ha peccato di presunzione e cattiveria sotto la porta dell’esordiente portiere Santurro. Il giovane portiere ha il suo da fare nei primi minuti di gioco dopodiché la Roma cala e al 18′, inaspettatamente, il Bologna passa in vantaggio. Poli arriva a centro area, la prima conclusione viene ribattuta, tocca di mano e la palla gli rimane tra i piedi, ne esce un tiro sbilenco che arriva sui piedi di Di Francesco che appoggia a Pulgar che dal limite piazza una rasoiata che batte Alisson. Le proteste giallorosse per il tocco di mano non fanno richiamare l’utilizzo della VAR. Orfani di Nainggolan per infortunio, la Roma fa fatica a ritrovare la posizione con il neoentrato Gerson, mentre Di Francesco in panchina sbraita per le mancate giocate di El Shaarawy. I giallorossi vanno vicinissimi al pareggio ma il tocco di Strootman da posizione ravvicinata si stampa sul palo. Il Bologna attacca in contropiede e Palacio divora il gol del raddoppio controllando malissimo.

Nella ripresa il canovaccio tattico resta lo stesso: la Roma attacca, il Bologna attende ma di occasioni se ne contano pochissime. Di Francesco opta per il cambio e butta Dzeko per El Shaarawy, spostando Perotti sulla sinistra. E la musica cambia. Cominciano a fioccare cross dalla catena di sinistra che però sono infruttuosi. Tranne quello di Perotti sul quale si avventa Dzeko che firma il gol del pareggio. Forcing finale giallorosso con Defrel che sciupa una buona occasione, ma il risultato non cambia. Ora testa al Barcellona.