La pausa per le Nazionali genera mostri (di mercato)

98
monchi

Parafrasando un pensiero di Francesco Goya (Il sonno della ragione genera mostri) ci si imbatte in un clamoroso ping-pong giornalistico sul mercato giallorosso.
Con la pausa per le Nazionali, si scatenano le voci di mercato in entrata e soprattutto in uscita. Tra i nomi caldi ci sono Lorenzo Pellegrini, rinato con il cambio di posizione: per il centrocampista il Manchester United sembra disposto a sborsare la clausola rescissoria di 30 milioni di euro. Discorso economicamente più succulento per Cenzig Under sul quale pare si stia scatenando un’asta a suon di milioni: Arsenal e Bayern Monaco sono i due club più agguerriti e la base d’asta è di 50 milioni. Anche Juan Jesus fa segnare offerte di mercato dal Fenerbahce: per lui sarebbero pronti a sborsare 11 milioni di euro. Il nuovo arrivato Ivan Marcano, insieme a Diego Perotti, interessano al Villareal. Durante il match della Bosnia erano presenti emissari del Real Madrid per Edin Dzeko.

Ma anche nel mercato in entrata cominciano a filtrare i primi nomi. Monchi dovrebbe aver mollato la pista Hector Herrera del Porto, virando su Donny Van de Beek dell’Ajax. Dal club olandese si punta anche Mathijs de Ligt per la difesa oltre a David Neres, già cercato in estate. Il DS spagnolo non ha dimenticato nemmeno Hakim Zyiech, anche lui vicinissimo nella scorsa finestra di mercato. In questi giorni si è parlato anche di Rafinha del Barcellona, anche se a Roma brucia ancora il caso Malcom.

Tuttavia Monchi non smette di visionare giovani promesse e prova ad inserirsi per l’acquisto di Andres Amaya, trequartista colombiano sul quale si registra il forte interesse del Manchester City. Bagarre anche per Giorgi Chakvetadze del Gent: c’è da battere la concorrenza di Real Madrid, Barcellona, Bayern Monaco e Borussia Dortmund.
Nel frattempo ci sono stati contatti per Bakayoko del Milan.