Home Blog

Roma – Porto: quando si gioca e dove vederla

lorenzo pellegrini
Foto Fabio Rossi/AS Roma/LaPresse 29/09/2018 Roma (Italia) Sport Calcio Roma - Lazio Campionato Italiano Serie A TIM 2018/2019 - Stadio Olimpico di Roma Nella foto: Lorenzo Pellegrini festeggia il suo goal con i compagni Photo Fabio Rossi/AS Roma/LaPresse 29/09/2018 Rome (Italy) Sport Soccer Roma - Lazio Italian Football Championship League Serie A Tim 2018/2019 - Stadio Olimpico of Rome In the pic: Lorenzo Pellegrini celebrates his goal with teammates

Sarà dunque il Porto a sfidare la Roma agli ottavi di finale di Champions League. L’ultimo precedente risale ad agosto 2016 ed era valevole per l’accesso alla competizione maggiore d’Europa. I giallorossi, allenati allora da Spalletti, rimediarono un pareggio per 1-1 al Dragao e poi capitolarono clamorosamente in casa per 0-3.

Il match di andata degli ottavi di finale si giocherà allo stadio Olimpico il 12 febbraio 2019 alle ore 21. Ritorno al Dragao di Oporto il 6 marzo 2019, allo stesso orario.

Sarà possibile vedere il match solo su Sky: al momento non è stato annunciato se verrà trasmesso in chiar. Ccon sole due italiane a disputare la competizione, la possibilità di vedere almeno una gara della squadra capitolina è molto alta.

Sarà Roma – Porto agli ottavi di finale

Roma - Porto asromavincipernoi

L’urna di Nyon strizza l’occhio alla Roma. Agli ottavi di finale sarà il Porto a sfidare la squadra giallorossa.

Di seguito gli altri accoppiamenti:

Schalke 04-Manchester City
Atletico Madrid-Juventus
Manchester United-PSG
Tottenham-Borussia Dortmund
Lione-Barcellona
Roma-Porto
Ajax-Real Madrid
Liverpool-Bayern Monaco

Roma – Genoa 3-2: quanta sofferenza…

Roma - Genoa asromavincipernoi
Foto © Sky Sport

Quando si vince dovrebbe contare poco come si è arrivati a prendere i 3 punti. Che si giochi bene o si giochi male, l’importante è portare a casa il risultato. Ma oggi è veramente complicato trovare una conclusione del genere. Roma – Genoa: di fronte due squadre che hanno bisogno assoluto di una vittoria. Di Francesco è sull’orlo del baratro ed una eventuale sconfitta potrebbe portarlo all’esonero.

Si mette subito male per la Roma con una papera di Olsen che non trattiene il tiro di Hljiemark facendolo passare sotto le gambe con Piatek che lo appoggia comodamente in rete. I giallorossi non hanno la forza di fare male in nessun modo ma trovano un pareggio inaspettato al 31′ con Fazio che sbuca a centro area e batte Radu sugli sviluppi di una punizione. La gioia però dura pochissimo e Hljiemark firma il vantaggio rossoblu con la complicità della difesa giallorossa che resta totalmente immobile.
Verso lo scadere però la Roma trova il guizzo di Kluivert che spacca a metà la difesa ligure e conclude con uno splendido diagonale per il pareggio giallorosso. Davvero un bel gol per l’esterno olandese.

Nella ripresa Under ha immediatamente la palla del vantaggio sui piedi ma calcia altissimo da ottima posizione. Olsen ne combina un’altra ma fortunatamente viene salvato dal VAR per un fuorigioco. Al 59′ ci pensa Cristante a rimettere sul binario giusto la partita con un bel destro che batte Radu per la terza volta. La girandola di cambi porta poca freschezza in campo da entrambe le parti. Cristante non riesce a convertire in rete il tap-in sul tiro di Kolarov con la palla che sbatte sul palo con Radu ormai battuto. Il Genoa spinge sul finire ma Pandev sciupa una ottima occasione. La VAR grazia Florenzi a pochi istanti dalla fine del match: il fallo su Pandev era piuttosto netto.
Finisce 3-2 per la Roma con tanti fischi da parte dei tifosi.

Ultimatum a Di Francesco

di francesco as romavincipernoi
ESCLUSIVA AS ROMA Foto Luciano Rossi/AS Roma/ LaPresse 01/12/2018 Roma (Italia) Sport Calcio Allenamento Nella foto: Eusebio Di Francesco Trigoria Roma EXCLUSIVE AS ROMA Photo Luciano Rossi/AS Roma/ LaPresse 01/12/2018 Roma (Italia) Sport Soccer Training In the pic: Eusebio Di Francesco Trigoria Roma

Secondo quanto riportato da Il Messaggero, la dirigenza giallorossa avrebbe dato l’ultimatum a Di Francesco in caso di risultato negativo nella gara contro il Genoa di stasera. Allertato nel frattempo Paulo Sousa, secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport: il portoghese è l’unico che accetterebbe un contratto di sei mesi con rinnovo automatico in caso di qualificazione alla prossima Champions League.

Interesse del Flamengo per Gerson: la Roma vuole Lincoln

Gerson - ASRomavincipernoi.com

L’esperienza in Italia di Gerson potrebbe essere al capolinea. Il centrocampista brasiliano in forza alla Fiorentina, ma di proprietà della Roma, potrebbe far ritorno in Brasile. Ieri è trapelata la notizia che il Flamengo è interessato al giocatore per sostituire Paquetà, finito al Milan. In serata anche il padre del giocatore ha confermato l’interesse del club brasiliano che però non intende pagare i 16 milioni di euro che la Roma ha sborsato al Fluminense. Il club giallorosso ha chiesto il ‘gioellino’ Lincoln, 18 anni ancora da compiere, come contropartita tecnica.
Il Flamengo però non vorrebbe cederlo, almeno nell’immediato, in vista del Mondiale U20 dove potrebbe alzarsi il valore del giocatore.

La settimana decisiva di Di Francesco

eusebio di francesco asromavincipernoi

Se la decisione dipendesse esclusivamente da James Pallotta, Eusebio Di Francesco non sarebbe già più l’allenatore della Roma e sarebbe già stato sostituito.
Al presidente giallorosso non è andato giù il clamoroso 2-2 di Cagliari ed, in seguito al match di campionato, non sono tardati ad arrivare dagli Stati Uniti la delusione, la rabbia e, diciamo pure, l’ira.
La rabbia verso un gruppo che non è stato in grado di gestire un vantaggio e si è arreso, schiacciato, alla prima difficoltà.
Il presidente giallorosso è stato descritto come furioso da chi ha avuto modo di poter scambiare qualche parola con lui, una furia che è riuscito parzialmente a placare soltanto l’intervento del direttore sportivo Monchi.
La posizione di Eusebio Di Francesco, però, non è affatto comoda de i prossimi risultati saranno determinanti per la sua panchina. Non è la prima volta nella stagione che si parla di un eventuale esonero del tecnico, ma adesso questo sembra davvero ad un passo.

Il tempo concesso all’allenatore è piuttosto breve: una settimana. In questo arco di tempo, Di Francesco dovrà fare di tutto per dimostrare che può ancora portare avanti questa squadra. Una settimana in cui c’è da gestire una trasferta quasi inutile a Pilzen contro il Viktoria ma, soprattutto, il ritorno all’Olimpico per la partita contro il Genoa di Prandelli nella quale i giallorossi devono fare il possibile per rimediare alla figuraccia fatta a Cagliari. (Consulta lo storico delle sfide tra Roma e Genoa e realizza il tuo pronostico).

Resta da capire cosa succederebbe in caso di esonero.
Uno dei nomi tanto chiacchierati è quello di Antonio Conte: un sogno difficile, ma non del tutto impossibile. Sembrerebbe che la Roma lo stia corteggiando e, per arrivare a lui, sarebbe anche disposta ad aspettare giugno. A Trigoria, però, mancano alcuni requisiti per poter arrivare all’ex ct. della Nazionale: uno stipendio da top, un progetto non solo impostato sui giovani e qualche acquisto importante. La Roma punta comunque a far leva sulla voglia di Conte di tornare ad allenare in Italia.
Mettendo un attimo da parte il sogno Conte, i nomi più probabili per la successione sono due: Vincenzo Montella e Paulo Sousa.
E’ di pochi giorni fa l’ultima esternazione di Vincenzo Montella il quale è tornato a parlare dopo parecchio tempo, rivendicando la sua professionalità e la sua serietà dagli attacchi che il mondo Milan gli ha rivolto dopo il burrascoso addio. Sembrava quasi un messaggio rivolto direttamente alla società giallorossa, come a dire “Io sono qui ed ho voglia di tornare su una panchina”.
Dall’altra parte, invece, c’è Paulo Sousa il quale ha dichiarato chiaramente che allenerebbe la Roma con grandissimo piacere, provocando una reazione stizzita per non dire peggio dello stesso Di Francesco.
Un altro nome affiancato alla Roma, un outsider in questa corsa alla panchina giallorossa, è quello di Laurent Blanc, anche lui attualmente svincolato ed alla ricerca di una panchina.

Quello che è certo è che la squadra, adesso, è ridotta ai minimi termini dagli infortuni e staccatissima dalla vetta in classifica. Proprio per questo c’è bisogno di una guida determinata e che sia in grado di far risalire la formazione giallorossa facendogli ritrovare fiducia e voglia di vincere.

Di Francesco: Non ho ottenuto le risposte che cercavo

eusebio di francesco asromavincipernoi

L’intervista di Eusebio Di Francesco Sky Sport al termine della gara Viktoria Plzen – Roma.

“Queste partite servono anche per fare valutazioni a livello personale. Non ho ottenuto le risposte che cercavo. Siamo partiti bene ma ogni volta che ripartivamo soffrivamo. Loro avevano sicuramente più fame ma non può essere una giustificazione. In questo momento concediamo troppo agli avversari, è una nostra pecca in generale, a questi livelli non puoi permettertelo, serve una miglior difesa di squadra. Tutti si aspettano tanto da determinati giocatori ma conta prima di tutto la squadra. Con il Genoa diventa una partita delicata, oggi mi interessava più la prestazione del risultato e ho ottenuto risposte a metà, una cosa che mi ha deluso. Domenica ci sarà la partita più importante. Mercato? Tutti dobbiamo dimostrare di essere da Roma e metterci in discussione, tante valutazione verranno poi rifatte in sede di mercato”.

Viktoria Plzen – Roma 2-1: Under non basta

viktoria plzen - roma asromavincipernoi

Anche se non contava niente ai fini del passaggio del turno, ci si aspettava un moto d’orgoglio da parte della Roma contro il modesto Viktoria Plzen che, dal canto suo, si giocava il passaggio in Europa League.

Primo tempo al limite del soporifero, con una sola occasione per i padroni di casa. Nessuna occasione per i giallorossi che si limitano a contenere le pallide sfuriate ceche. In attacco Schick non pervenuto, così come parte dei suoi compagni.

Nella ripresa succede tutto in 10 minuto. I cechi passano inaspettatamente in vantaggio al 62′ con Kovarik, complice una pessima chiusura difensiva di Santon. Al 68′, alla prima occasione utile, Under trova il pareggio con un sinistro chirurgico su assist di Santon che si fa perdonare l’errore.
Passano poco meno di 5′ e Santon commette un altro errore in chiusura, Mirante fa quel che può ma Chory è il più lesto sulla ribattuta e firma il 2-1.
La Roma reagisce con un bel destro di Cristante che finisce di poco al lato, ma rischia l’imbarcata in più occasioni. Sul finale resta in 10 per l’espulsione di Luca Pellegrini.

I giallorossi passano comunque il turno con 9 punti al secondo posto; Real Madrid in prima posizione e Viktoria Plzen in terza e quindi scende in Europa League. Ultima piazza per il CSKA Mosca nonostante la clamorosa vittoria per 0-3 in casa del Real Madrid.

Monchi: Fiducia a Di Francesco. Io resto qui!

monchi asromavincipernoi

L’intervista di Monchi  a Sky Sport.

Qual è la posizione della società nei confronti del mister?
“La società non ha cambiato mai idea. La fiducia è la stessa, l’ho detto tante volte. Difficilmente perdo fiducia, se mi fido di una persona. Sono rimasto confuso leggendo alcune cose sulla situazione della Roma, quando leggo di buonuscita, di guerre e divento matto perché credo che parlino di altre società. C’è il 100% della fiducia perché è lo stesso allenatore che ci ha portato in semifinale di Champions e terzi in campionato. La responsabilità è di tutti”.

Peché si parla sempre di sue dimissioni in caso di esonero del tecnico?
“Questa è una follia, non l’ho mai detto né pensato. Voglio rimanere tanto tempo qui. Finché avrò la fiducia della società voglio rimanere qui. Ho fatto una scommessa importante venendo qui e voglio rimanere accanto a questa società che mi ha permesso di fare il ds in Italia”.

Quali benefici dà il ritiro?
“Far capire alla squadra cosa non va bene e unire il gruppo. A volte le soluzioni le trovano i giocatori parlando tra di loro”.

Proposta una buonuscita a Di Francesco

eusebio di francesco asromavincipernoi

Emergono altri retroscena dopo il pareggio di Cagliari. Secondo quanto riportato da Roma Radio, c’è stato un colloquio tra il mister Di Francesco e la dirigenza giallorossa per sincerarsi della volontà dell’allenatore di proseguire l’avventura in giallorosso. La società è arrivato a proporre una buonuscita in caso di risposta negativa. Il mister si è dimostrato deciso a voler continuare. In contemporanea la società ha incaricato Totti ad effettuare un sondaggio tra i giocatori che hanno appoggiato il tecnico.

SOCIAL

9,185FansLike
377FollowersFollow
709FollowersFollow