Roma – Genoa 3-2: quanta sofferenza…

178
Roma - Genoa asromavincipernoi
Foto © Sky Sport
Cinecittà World

Quando si vince dovrebbe contare poco come si è arrivati a prendere i 3 punti. Che si giochi bene o si giochi male, l’importante è portare a casa il risultato. Ma oggi è veramente complicato trovare una conclusione del genere. Roma – Genoa: di fronte due squadre che hanno bisogno assoluto di una vittoria. Di Francesco è sull’orlo del baratro ed una eventuale sconfitta potrebbe portarlo all’esonero.

Si mette subito male per la Roma con una papera di Olsen che non trattiene il tiro di Hljiemark facendolo passare sotto le gambe con Piatek che lo appoggia comodamente in rete. I giallorossi non hanno la forza di fare male in nessun modo ma trovano un pareggio inaspettato al 31′ con Fazio che sbuca a centro area e batte Radu sugli sviluppi di una punizione. La gioia però dura pochissimo e Hljiemark firma il vantaggio rossoblu con la complicità della difesa giallorossa che resta totalmente immobile.
Verso lo scadere però la Roma trova il guizzo di Kluivert che spacca a metà la difesa ligure e conclude con uno splendido diagonale per il pareggio giallorosso. Davvero un bel gol per l’esterno olandese.

Nella ripresa Under ha immediatamente la palla del vantaggio sui piedi ma calcia altissimo da ottima posizione. Olsen ne combina un’altra ma fortunatamente viene salvato dal VAR per un fuorigioco. Al 59′ ci pensa Cristante a rimettere sul binario giusto la partita con un bel destro che batte Radu per la terza volta. La girandola di cambi porta poca freschezza in campo da entrambe le parti. Cristante non riesce a convertire in rete il tap-in sul tiro di Kolarov con la palla che sbatte sul palo con Radu ormai battuto. Il Genoa spinge sul finire ma Pandev sciupa una ottima occasione. La VAR grazia Florenzi a pochi istanti dalla fine del match: il fallo su Pandev era piuttosto netto.
Finisce 3-2 per la Roma con tanti fischi da parte dei tifosi.