Roma – Napoli 1-4: continua il periodo nero dei giallorossi

182
Roma - Napoli
Cinecittà World

Per capire subito che è una giornata ‘no’ basta poco più di un minuto: al primo lancio Milik si inventa una giocata pazzesca e fulmina Olsen. La Roma non si scuote e rischia l’imbarcata se non fosse per un errore di Verdi da solo davanti ad Olsen. L’unico sussulto giallorosso è un colpo di testa di Nzonzi che termina al lato. Poi di nuovo il buio e il Napoli mette a segno la seconda rete che viene annullata per un fuorigioco davvero millimetrico. I partenopei dominano ma non riescono a sfruttare le occasioni, così al 46′ Schick si conquista un rigore che Perotti trasforma per l’inaspettato pareggio.

Nella ripresa si vede la gara in un discreto equilibrio ma stavolta il Napoli raccoglie i frutti non colti nella prima frazione di gara. Complice un disastroso Olsen che si fa passare il pallone sotto le mani e Mertens fa il più semplice dei gol. Passano pochi minuti e Verdi cala il tris chiudendo un perfetto contropiede.
La Roma è in bambola ma ha la possibilità di riaprire il match con Nzonzi fermato però dalla traversa da pochi passi. Sarà l’ultima fiammata dei giallorossi che incasseranno anche la quarta rete, firmata Younes.