Roma – Real Madrid 0-2: si va agli ottavi ma quanti fischi all’Olimpico

152
roma - real madrid
Foto Alfredo Falcone - LaPresse27/11/2018 Roma ( Italia)Sport CalcioRoma - Real MadridUefa Champions League 2018 2019 - Stadio Olimpico di RomaNella foto:delusione romaPhoto Alfredo Falcone - LaPresse27/11/2018 Roma (Italy)Sport SoccerRoma - Real MadridUefa Champions League 2018 2019 - Olimpico Stadium of RomaIn the pic:roma frustation

ROMA – REAL MADRID | Il Viktoria Plzen fa un bel regalo alla Roma e supera per 2-1 il CSKA condannandolo al quarto posto e così i giallorossi e le Merengues si avviano agli ottavi di finale. Resta solo da sapere chi occuperà la prima casella del girone. L’Olimpico è caldo e pieno di tifosi, il Real Madrid viene da un brutto ko con l’Eibar: i presupposti per una notte magica ci sono tutti. Poco importa che manchino Dzeko, Pellegrini, De Rossi, Perotti e Pastore: se la notte è davvero magica, come tutti immaginiamo, può segnare chiunque.

PRIMO TEMPO – La gara si mette sul binario della tranquillità per una buona parte del primo tempo e quando la Roma accelera, anche se di poco, mette in serio pericolo la porta spagnola. Un’azione insistita, dopo due calci d’angolo consecutivi, scatena una serie di 4 palle gol dove solo una grande parata di Courtois nega la gioia del gol a Schick. Il Real Madrid sembra irriconoscibile, la Roma c’è. La Roma è viva, nonostante le defezioni, compresa quella di El Shaarawy lascia il campo anzitempo.
Allo scadere però va in scena l’episodio che cambia il match: Zaniolo, alla lunga il migliore dei suoi, riesce caparbiamente a recuperare palla, mette al centro per Under che a 20 centimetri dalla porta (e totalmente solo!!!) spara in curva Sud. Tra l’incredulità di tutto lo stadio si va al riposo in parità.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa balena nella mente giallorossa il gol clamorosamente sbagliato da Under. I giallorossi sono spariti e al primo errore Bale punisce. Complice anche Fazio che fornisce un assist perfetto alla punta gallese. La Roma praticamente sparisce dai radar, dal campo, dallo stadio. Gli spagnoli non possono far altro che approfittare della situazione imbarazzante dei giallorossi che prestano il fianco e subiscono anche il secondo gol a firma Vazquez. Il gol chiude il match e la Roma esce tra i fischi.