Roma – Sassuolo 3-1: finalmente Schick!

L'attaccante ceco autentico mattatore: prima rete per Zaniolo in giallorosso

277
roma - sassuolo
Foto © Il Romanista
Cinecittà World

Se Babbo Natale esistesse oggi avrebbe esaudito la letterina di Schick Zaniolo. Eppure al via è subito Berardi a mettere paura alla Roma con una conclusione dalla distanza che prende Olsen in controtempo. Il match però gira presto in favore dei giallorossi: Schick stoppa come può un lancio lungo e viene travolto da Ferrari. Per l’arbitro non c’è alcun dubbio e assegna il rigore. Ci vorranno 3 minuti prima di tirarlo poiché va a consultare il VAR e successivamente conferma. Dal dischetto va Perotti che non sbaglia e la Roma passa in vantaggio.

Passano pochi istanti e Schick rischia un clamoroso autogol al 20′ ma il pallone, dopo aver sbattuto sulla traversa, tocca la linea ed esce: la goal-line technology parla chiaro, ma il pallone resta fuori veramente per pochi millimetri. Al 21′ ci prova Under ma il tiro sibila di poco al lato. Allora ci pensa Schick al 23′ a mettere le cose in chiaro e finalizza un contropiede perfetto, confezionando il 2-0 giallorosso. I ritmi calano dopo il raddoppio con la Roma in totale controllo.

Nella ripresa si cerca senza troppa insistenza il terzo gol con il Sassuolo che non fa troppa opposizione. Schick divora un’occasione colossale al 55′. Il gol però non si fa attendere e lo firma Zaniolo con una splendida discesa sulla fascia e dopo aver messo a sedere difensore e portiere, lo scavalca con un delizioso pallonetto. La partita è virtualmente chiusa ma i giallorossi vorrebbero arrotondare ancora davanti al proprio pubblico, ma Consigli dice di no sia a Kluivert sia a Dzeko. Si fa vedere anche Olsen con una splendida parata su Di Francesco.
C’è tempo ancora per un gol e lo firma Babacar allo scadere mandando su tutte le furie Di Francesco che avrebbe voluto chiudere con un clean sheet.
Giallorossi a quota 27 punti a -4 dalla zona Champions attualmente occupata dalla Lazio, vincente oggi a Bologna.