Roma – Torino 3-2: El Shaarawy rimonta, un passo in più verso il quarto posto

La Roma porta a casa i 3 punti, ma quanta fatica

237
roma - torino
Cinecittà World

Una gara giocata sulle montagne russe: si può riassumere così Roma – Torino, valido per la prima giornata di ritorno di Serie A. Pronti, via e Under abbandona subito il campo per infortunio: entra El Shaarawy, di rientro dopo la gara contro il Real Madrid. A sbloccare l’incontro ci pensa Zaniolo al 15′: il giovane trequartista impegna Sirigu con una conclusione ravvinicata, sulla ribattuta ancora Zaniolo con il sinistro batte finalmente il portiere granata. La gara si mette in discesa al 32′ quando Karsdorp taglia per El Shaarawy che viene steso da Sirigu in area. Non ci sono dubbi: è rigore e dal dischetto Kolarov non sbaglia e mette a segno il 2-0. Il Torino è stordito ma sul finire del primo tempo Iago Falque divora una clamorosa occasione con la palla che finisce sul palo. L’ultima azione è un chiaro segnale di quello che accadrà nella ripresa.

Al riavvio dell’incontro Dzeko dimostra di avere ancora le polveri bagnate e mangia un gol da due passi. Quando tutto sembra ormai chiuso, arriva una conclusione dal limite di Rincon che batte Olsen e riapre il match. Il Torino ci crede di più e Ansaldi mette i brividi con una punizione dal limite che sfiora il palo. Sarà solo il preludio al gol che arriva puntuale come una tassa al minuto 67 con una splendida conclusione al volo di Ansaldi. Il pareggio esalta i granata ma la gioia dura poco. Al 73′ Pellegrini disegna una traiettoria perfetta per El Shaarawy che solo davanti a Sirigu non sbaglia e la Roma ritorna in vantaggio. Non finiscono però le emozioni con Belotti che sfiora il gol del pareggio. Al 92′ Kolarov mette a segno il 4-2 ma viene annullato giustamente per fuorigioco.

Dopo 5′ di recupero Giacomelli mette fine alle ostilità: la Roma si riprende i 3 punti e si rimette nella scia del quarto posto.